Intro Ricerca BookingFor (IT)

Prenota subito la tua vacanza.

Inserisci la data di arrivo, la data di partenza e il numero di persone per trovare le migliori offerte di alloggio e attività da fare a Montaione.

Sacro Monte di San Vivaldo

Seguendo la strada che da Montaione porta a Iano e proseguendo a diritto al bivio con Castelfalfi si giunge a San Vivaldo. Qui, il Convento e la “Gerusalemme di Toscana” non si vedono ancora, poiché si trovano all’interno di una vasta area boscosa denominata Boscotondo o Selva di Boscolazzeroni.

Seguendo quindi i cartelli si imbocca la strada a sinistra e tutto ad un tratto, sparse nel verde parco (non a caso, ma riprodurre in scala ridotta la Gerusalemme di Palestina) in un’atmosfera di pace, misticismo, storia, arte e vita allo stesso tempo, si iniziano a vedere le cappelle per poi giungere alla Chiesa e al Convento.

Il Sacro Monte di San Vivaldo, chiamato anche la “Gerusalemme di Toscana”, ebbe origine all’inizio del 1300, quando vi si ritirò a vita eremitica il francescano Vivaldo Stricchi da San Gimignano, in seguito trovato morto nel tronco cavo di un castagno che gli serviva da dimora. Su questo luogo sorse un eremo che nel 1497 i frati francescani trasformarono in convento.

L’ideazione della Gerusalemme di Toscana fu ad opera del frate Francescano Fra Tommaso da Firenze, tra il 1500 e il 1515, per dare la possibilità alla popolazione di fare un pellegrinaggio anche senza andare a Gerusalemme che a quel tempo era sotto al dominio dei turchi.
Per questo motivo l’insieme di cappelle (che in origine erano 25 mentre oggi ne potete ammirare solo 18) sono disposte in modo da seguire la riproduzione esatta (anche se orientata diversamente e in scala ridotta) della Gerusalemme della fine del XV secolo.

Caratteristica delle cappelle – che ricostruiscono materialmente e simbolicamente i luoghi essenziali della Via dolorosa – è la presenza al loro interno di gruppi statuari in terracotta e dipinti di scuola Robbiana del XVI secolo.

Di notevole interesse artistico e culturale vale la pena visitare la Chiesa adiacente al convento e intitolata a San Vivaldo.

Presso il Sacro Monte di San Vivaldo si svolgono ogni anno una serie di eventi culturali. In particolare, nel chiostro del convento, durante il periodo estivo, è possibile assistere a concerti di musica classica.

Santa Messa
Chiesa di San Vivaldo
c/o Gerusalemme di San Vivaldo
SAN VIVALDO
Lunedì – ore 8,00
Dal Martedì al Sabato – ore 17,00
Domenica – ore 11,00 e 18,00

 

Orari e visite

Visite solo su prenotazione dal Lunedì al Sabato dalle 15.00 alle 19.00 e la Domenica e festivi dalle 10.00 alle 19 per un massimo di 5 persone. Per maggiori informazioni e prenotazioni inviare una email a turismo@comune.montaione.fi.it o chiamare l’ufficio turistico allo 0571 699255.

ATTENZIONE. Questa pagina non è collegata all’amministrazione comunale di Montaione che gestisce il Sacro Monte di San Vivaldo. Ci limitiamo quindi a riportare i dati presenti nel sito del comune di Montaione www.comune.montaione.fi.it e per questo motivo non siamo responsabili per eventuali omissioni e/o errori presenti nei contenuti di questo sito.

Sito Web

Come arrivare

Vacanze Culturali (IT)

Vacanze culturali

Vacanze culturali

Un territorio meno conosciuto, lontano dalle rotte classiche del turismo di massa, ma ugualmente affascinante e ricco di arte, storia e tradizioni.

La ricchezza del patrimonio artistico e culturale di Montaione e del suo territorio potrebbe da sola essere un’ottima ragione per trascorrervi una vacanza culturale.

Montaione vi stupirà!

SCROLL UP